Rapporto sull’analisi delle dimensioni e delle quote del mercato della gestione dei rifiuti in Europa | Previsioni 2030

  • Report Code : TIPRE00038964
  • Category : Energy and Power
  • Status : Published
  • No. of Pages : 110
Buy Now

[Rapporto di ricerca] Si prevede che le dimensioni del mercato europeo della gestione dei rifiuti raggiungeranno i 252,40 miliardi di dollari entro il 2030, rispetto ai 188,28 miliardi di dollari del 2022; si prevede che registrerà un CAGR del 3,7% nel periodo 2022-2030.
Prospettiva dell'analista:
Il numero crescente di iniziative che promuovono l'utilizzo di soluzioni di gestione dei rifiuti in Europa è in linea con i principi chiave delineati nella politica dei rifiuti dell'UE. Un principio fondamentale prevede l’avanzamento delle pratiche di gestione dei rifiuti lungo la “gerarchia dei rifiuti”, dando priorità alla prevenzione dei rifiuti, alla preparazione per il riutilizzo, al riciclaggio e ad altri metodi di recupero rispetto allo smaltimento. Con l’attuazione di queste pratiche, l’obiettivo è promuovere un’economia circolare, sostenendo il valore delle risorse all’interno del ciclo economico e mitigando gli impatti ambientali e sociali dell’estrazione delle risorse primarie. Inoltre, la legislazione dell’UE stabilisce obiettivi quantitativi giuridicamente vincolanti per il riciclaggio e la preparazione per il riutilizzo dei rifiuti urbani, dei rifiuti di imballaggio e dei rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE). La Direttiva quadro sui rifiuti fissa obiettivi ambiziosi per il riciclaggio dei rifiuti urbani, puntando al 55%, 60% e 65% rispettivamente entro il 2025, 2030 e 2035. Allo stesso modo, la Direttiva sugli imballaggi e sui rifiuti di imballaggio impone agli Stati membri dell'UE di raggiungere un tasso di riciclaggio minimo del 65% per tutti i rifiuti di imballaggio entro la fine del 2025 e un minimo del 70% entro il 2030.
Questi obiettivi rigorosi riflettono l'impegno a migliorare pratiche di gestione dei rifiuti, guidando l’innovazione e incoraggiando l’adozione di soluzioni sostenibili. Mentre l’Europa progredisce verso il raggiungimento di questi obiettivi, il mercato europeo della gestione dei rifiuti è pronto per una crescita significativa. Si prevede che gli investimenti nelle tecnologie per la prevenzione, il riciclaggio e il recupero dei rifiuti aumenteranno, favorendo opportunità economiche e promuovendo operazioni rispettose dell’ambiente. Questa attenzione strategica alla gestione sostenibile dei rifiuti è in linea con i requisiti normativi e posiziona l'Europa all'avanguardia nelle pratiche di economia circolare, guidando il mercato europeo della gestione dei rifiuti.
Panoramica del mercato:
Il mercato della gestione dei rifiuti si riferisce al settore e all'economia attività coinvolte nella raccolta, trasporto, lavorazione, riciclaggio e smaltimento di vari tipi di rifiuti generati in tutti i paesi. Questo mercato comprende una vasta gamma di materiali di scarto, inclusi rifiuti solidi urbani, rifiuti industriali, rifiuti pericolosi e rifiuti elettronici. L’obiettivo principale del mercato europeo della gestione dei rifiuti è implementare pratiche sostenibili e responsabili dal punto di vista ambientale per la gestione e il trattamento dei materiali di scarto. Il mercato europeo della gestione dei rifiuti offre servizi di raccolta rifiuti, impianti di riciclaggio, operazioni di discarica, impianti di termovalorizzazione e altri impianti di trattamento dei rifiuti. I quadri normativi, le politiche ambientali e un'enorme enfasi sulle pratiche di gestione sostenibile dei rifiuti stanno influenzando il mercato.
Approfondimenti strategici
Driver di mercato:
Normative ambientali rigorose stanno guidando la crescita del mercato europeo della gestione dei rifiuti
Molte rigorose sono state stabilite normative ambientali sia a livello nazionale che dell’Unione Europea (UE). Le direttive chiave, tra cui la direttiva quadro sui rifiuti e la direttiva sulle discariche, delineano una tabella di marcia per pratiche di gestione sostenibile dei rifiuti, con un impatto significativo sulle imprese e sulle dinamiche del mercato. La Direttiva quadro sui rifiuti (2008/98/CE) impone un obiettivo di riciclaggio del 50% per specifici tipi di rifiuti urbani nel 2020; la direttiva ha portato ad un cambiamento di paradigma. Nel 2018, in base a questa direttiva, il governo europeo ha stabilito alcuni obiettivi ambiziosi per raggiungere tassi di riciclaggio del 55%, 60% e 65% entro il 2025, 2030 e 2035, rispettivamente. La direttiva, fungendo da bussola normativa, modella il panorama del settore della gestione dei rifiuti e crea una domanda di soluzioni di gestione dei rifiuti sostenibili e incentrate sull’economia circolare. Pertanto, l'aumento di normative ambientali rigorose guida il mercato europeo della gestione dei rifiuti.
Analisi segmentale:
L'analisi del mercato della gestione dei rifiuti in Europa viene effettuata considerando i seguenti segmenti: tipo di rifiuto, gestione dei rifiuti e utenti finali. In base alla gestione dei rifiuti, il mercato è segmentato in discarica, incenerimento, recupero energetico e riciclaggio. La quota maggiore del mercato europeo della gestione dei rifiuti è stata detenuta dal segmento del riciclaggio nel 2022.
Per tipo di rifiuto, il mercato è ulteriormente suddiviso in rifiuti elettronici, plastica, rifiuti biogenici e altri. L’altro segmento deteneva la quota maggiore del mercato europeo della gestione dei rifiuti. L'altro segmento è ulteriormente suddiviso in rifiuti di imballaggio e rifiuti residui. I rifiuti di imballaggio comprendono generalmente banda stagnata, plastica, vetro, alluminio, carta, cartone, cartone, legno e altri. Il processo di imballaggio porta alla produzione di rifiuti di imballaggio; pertanto, il riutilizzo o il riciclaggio di queste preziose materie prime (secondarie) preserva le risorse naturali, fa risparmiare energia e aiuta a ridurre le emissioni di gas serra. La legge sugli imballaggi (VerpackG) regola la raccolta differenziata dei rifiuti di imballaggio nelle famiglie di tutta Europa. Plastica, carta, cartone e cartone per bevande sono solo alcuni dei rifiuti di imballaggio che hanno registrato un tasso di recupero più elevato nel 2020.
Inoltre, la revisione della legislazione UE sui rifiuti impone agli Stati membri di aumentare i tassi di riciclaggio. Entro il 2022 l’obiettivo è riciclare il 50% dei rifiuti provenienti dai nuclei domestici e dalle piccole imprese. L’UE ha fissato nuovi obiettivi per i tassi di riciclaggio, che devono raggiungere il 60% e il 65% rispettivamente entro il 2030 e il 2035. I rifiuti organici, in particolare, hanno un enorme potenziale e rappresentano principalmente i rifiuti residui. La quantità di rifiuti urbani residui generati ogni anno si è stabilizzata a circa 113 milioni di tonnellate. Tuttavia, il tasso di riciclaggio dell'UE è cresciuto marginalmente dal 45% nel 2015 al 48% nel 2020. Il raggiungimento dell'obiettivo del 50% di rifiuti urbani residui entro il 2030 comporterebbe una riduzione di questi rifiuti di circa 56,5 milioni di tonnellate.
Il segmento dei rifiuti biogenici è un catalizzatore chiave per la promozione delle dimensioni del mercato europeo della gestione dei rifiuti. È guidato da una crescente enfasi sulla sostenibilità, sui principi dell’economia circolare e sulle iniziative di energia rinnovabile. I rifiuti biogenici comprendono principalmente materiali organici come rifiuti alimentari, rifiuti di giardino e residui agricoli, che hanno il potenziale per un riutilizzo vantaggioso. Un fattore degno di nota è la crescente adozione delle tecnologie di digestione anaerobica e compostaggio. La digestione anaerobica converte i rifiuti biogenici in biogas e fertilizzanti organici, fornendo una fonte di energia rinnovabile e preziosi ammendanti del suolo. Il processo di compostaggio trasforma i rifiuti organici in compost ricco di sostanze nutritive, contribuendo alla salute del suolo e promuovendo un'agricoltura sostenibile.
Molti paesi in Europa stanno promuovendo attivamente la raccolta differenziata e il riciclaggio dei rifiuti biogenici per sottrarli alle discariche. Ciò riduce al minimo l’impatto ambientale dello smaltimento in discarica e sfrutta il potenziale energetico insito nei materiali biogenici. Le politiche a livello nazionale e dell’UE, come la Direttiva sulle discariche e il Piano d’azione per l’economia circolare, evidenziano l’impegno a ridurre i rifiuti biogenici nelle discariche e a massimizzare il potenziale delle risorse.
Inoltre, l’utilizzo dei rifiuti biogenici è in linea con gli obiettivi di riduzione del carbonio. La generazione di energia rinnovabile dal biogas contribuisce alla diversificazione delle fonti energetiche, minimizzando la dipendenza dai combustibili fossili e mitigando le emissioni di gas serra. Poiché la sostenibilità diventa una priorità assoluta, il segmento dei rifiuti biogenici presenta opportunità di investimenti in tecnologie e infrastrutture innovative. La crescita del mercato europeo della gestione dei rifiuti è attribuita alla gestione e all'utilizzo efficaci dei rifiuti biogenici, che porta a benefici economici, ambientali e sociali nella transizione verso un sistema di gestione dei rifiuti più circolare e sostenibile.
Analisi regionale:
L’ambito del rapporto sul mercato della gestione dei rifiuti in Europa copre Germania, Francia, Italia, Spagna, Russia, Regno Unito e resto d’Europa. In Europa, le strategie di gestione dei rifiuti variano da paese a paese. La Germania è leader con il suo efficiente sistema di riciclaggio, caratterizzato da alti tassi di separazione e riciclaggio dei rifiuti. La Francia si concentra sulla riduzione e sul riciclaggio dei rifiuti, ma deve affrontare sfide dovute alla capacità limitata delle discariche. Il Regno Unito ha compiuto progressi nel deviare i rifiuti dalle discariche, ma è alle prese con disparità nelle infrastrutture di riciclaggio tra le regioni. L’Italia punta sugli impianti di riciclaggio e di termovalorizzazione, insieme agli sforzi per combattere lo scarico illegale. La Spagna condivide obiettivi simili ma lotta con incoerenze nelle pratiche di gestione dei rifiuti nelle sue diverse regioni.
Ogni paese sta lavorando per migliorare la gestione dei rifiuti per ridurre al minimo l'impatto ambientale e promuovere la sostenibilità. Le iniziative includono investimenti in infrastrutture, l’attuazione di normative più severe e il rafforzamento delle campagne di sensibilizzazione del pubblico. La collaborazione a livello nazionale e internazionale favorisce lo scambio di conoscenze e l’adozione delle migliori pratiche. Nonostante le sfide, le nazioni europee continuano a impegnarsi a promuovere le pratiche di gestione dei rifiuti per creare comunità più pulite e resilienti e proteggere le risorse naturali per le generazioni future.
Analisi dei principali attori:
Oltre a sottolineare i fattori che influenzano il mercato, la gestione dei rifiuti in Europa Il rapporto di mercato valuta gli attori chiave del mercato. Seuz SA, Veolia Environnement SA, Stericycle Inc, Stericycle Inc, Augean Plc, Viridor Limited, Biffa Plc, Renewi Plc, Urbaser SA, Fomento De Construcciones Y Contratas SA, Remondis SE & Co Kg sono tra i principali attori che operano nel settore dei rifiuti in Europa mercato della gestione dei rifiuti.
Sviluppi recenti:
Le strategie organiche e inorganiche sono ampiamente adottate dalle aziende nel mercato europeo della gestione dei rifiuti. Inoltre, gli attori presenti nel mercato europeo della gestione dei rifiuti si stanno concentrando sul miglioramento dei prodotti e dei servizi integrando funzionalità e tecnologie avanzate nelle loro offerte. Secondo i comunicati stampa dell'azienda, di seguito sono elencati alcuni sviluppi recenti dei principali attori del mercato:
Anno
Novità
2023
Stericycle Inc ha lanciato il suo SafeDropTM Sharps Mail Back da un gallone riprogettato e un galloni Contenitori per rifiuti di sostanze controllate dalla CsRx. Questi contenitori offrono un design contemporaneo, una maggiore facilità d'uso e un prodotto più sostenibile. Il contenitore SafeDrop Sharps Mail Back è progettato per consentire agli operatori sanitari di gestire i rifiuti taglienti, mentre il contenitore CsRx Controlled Substance Wastage aiuta gli ospedali a prevenire la deviazione durante lo smaltimento dei rifiuti di sostanze controllate.
2022
SUEZ, Royal Bafokeng Holdings e African Infrastructure I gestori degli investimenti hanno acquisito EnviroServ Proprietary Holdings Limited e le sue controllate. L'acquisizione rafforza la posizione di SUEZ come leader internazionale nelle attività di trattamento dei rifiuti industriali e urbani e rafforza la sua presenza in Africa.
Report Coverage
Report Coverage

Revenue forecast, Company Analysis, Industry landscape, Growth factors, and Trends

Segment Covered
Segment Covered

This text is related
to segments covered.

Regional Scope
Regional Scope

North America, Europe, Asia Pacific, Middle East & Africa, South & Central America

Country Scope
Country Scope

This text is related
to country scope.

Frequently Asked Questions


What are reasons behind Europe waste management market growth?

Many stringent environmental regulations have been established at both national and European Union (EU) levels. The pivotal directives, including the Waste Framework Directive and Landfill Directive, lay out a roadmap for sustainable waste management practices, significantly impacting businesses and market dynamics. The Waste Framework Directive (2008/98/EC) mandated a target of 50% recycling for specific municipal waste types in 2020; the directive has led to a paradigm shift.

What are market opportunities for the Europe waste management market?

In Europe, there is an escalating emphasis on sustainability, which has led to a rise in investments in waste management. The heightened awareness about the environmental impact and the imperative to transition toward more sustainable practices have catalyzed a significant shift in financial preferences, favoring projects and companies focused on eco-friendly waste management solutions.

Which country to dominate the Europe waste management market in the forecast period?

The Ministry of Natural Resources and Environment of the Russian Federation has reported a significant annual generation of municipal solid waste (MSW), estimating it to be ~60 million metric ton, equating to over 400 kg per capita. While the huge volume of waste is not considered the primary challenge, the pressing issue lies in the ability of authorities, individuals, and waste management entities to effectively handle and mitigate the environmental impact of this waste.

What is the future trend for Europe waste management market?

The number of waste-to-energy projects is growing in order to reduce dependence on landfills as well as harness energy from waste materials. Waste-to-energy projects, characterized by the conversion of nonrecyclable waste into usable energy forms, emerge as a dynamic and sustainable solution that aligns with the evolving environmental priorities of the European industrial landscape.

Who are the major vendors in the Europe waste management market?

Seuz SA, Veolia Environnement SA, Stericycle Inc, Augean Plc, Viridor Limited, Biffa Plc, Renewi Plc, Urbaser SA, Fomento De Construcciones Y Contratas SA, and Remondis SE & Co Kg AS are the top key market players operating in the Europe waste management market.

The List of Companies - Europe Waste Management Market

  1. Seuz SA
  2. Veolia Environnement SA
  3. Stericycle Inc
  4. Augean Plc
  5. Viridor Limited
  6. Biffa Plc
  7. Renewi Plc
  8. Urbaser SA
  9. Fomento De Construcciones Y Contratas SA
  10. Remondis SE & Co Kg

The Insight Partners performs research in 4 major stages: Data Collection & Secondary Research, Primary Research, Data Analysis and Data Triangulation & Final Review.

  1. Data Collection and Secondary Research:

As a market research and consulting firm operating from a decade, we have published and advised several client across the globe. First step for any study will start with an assessment of currently available data and insights from existing reports. Further, historical and current market information is collected from Investor Presentations, Annual Reports, SEC Filings, etc., and other information related to company’s performance and market positioning are gathered from Paid Databases (Factiva, Hoovers, and Reuters) and various other publications available in public domain.

Several associations trade associates, technical forums, institutes, societies and organization are accessed to gain technical as well as market related insights through their publications such as research papers, blogs and press releases related to the studies are referred to get cues about the market. Further, white papers, journals, magazines, and other news articles published in last 3 years are scrutinized and analyzed to understand the current market trends.

  1. Primary Research:

The primarily interview analysis comprise of data obtained from industry participants interview and answers to survey questions gathered by in-house primary team.

For primary research, interviews are conducted with industry experts/CEOs/Marketing Managers/VPs/Subject Matter Experts from both demand and supply side to get a 360-degree view of the market. The primary team conducts several interviews based on the complexity of the markets to understand the various market trends and dynamics which makes research more credible and precise.

A typical research interview fulfils the following functions:

  • Provides first-hand information on the market size, market trends, growth trends, competitive landscape, and outlook
  • Validates and strengthens in-house secondary research findings
  • Develops the analysis team’s expertise and market understanding

Primary research involves email interactions and telephone interviews for each market, category, segment, and sub-segment across geographies. The participants who typically take part in such a process include, but are not limited to:

  • Industry participants: VPs, business development managers, market intelligence managers and national sales managers
  • Outside experts: Valuation experts, research analysts and key opinion leaders specializing in the electronics and semiconductor industry.

Below is the breakup of our primary respondents by company, designation, and region:

Research Methodology

Once we receive the confirmation from primary research sources or primary respondents, we finalize the base year market estimation and forecast the data as per the macroeconomic and microeconomic factors assessed during data collection.

  1. Data Analysis:

Once data is validated through both secondary as well as primary respondents, we finalize the market estimations by hypothesis formulation and factor analysis at regional and country level.

  • Macro-Economic Factor Analysis:

We analyse macroeconomic indicators such the gross domestic product (GDP), increase in the demand for goods and services across industries, technological advancement, regional economic growth, governmental policies, the influence of COVID-19, PEST analysis, and other aspects. This analysis aids in setting benchmarks for various nations/regions and approximating market splits. Additionally, the general trend of the aforementioned components aid in determining the market's development possibilities.

  • Country Level Data:

Various factors that are especially aligned to the country are taken into account to determine the market size for a certain area and country, including the presence of vendors, such as headquarters and offices, the country's GDP, demand patterns, and industry growth. To comprehend the market dynamics for the nation, a number of growth variables, inhibitors, application areas, and current market trends are researched. The aforementioned elements aid in determining the country's overall market's growth potential.

  • Company Profile:

The “Table of Contents” is formulated by listing and analyzing more than 25 - 30 companies operating in the market ecosystem across geographies. However, we profile only 10 companies as a standard practice in our syndicate reports. These 10 companies comprise leading, emerging, and regional players. Nonetheless, our analysis is not restricted to the 10 listed companies, we also analyze other companies present in the market to develop a holistic view and understand the prevailing trends. The “Company Profiles” section in the report covers key facts, business description, products & services, financial information, SWOT analysis, and key developments. The financial information presented is extracted from the annual reports and official documents of the publicly listed companies. Upon collecting the information for the sections of respective companies, we verify them via various primary sources and then compile the data in respective company profiles. The company level information helps us in deriving the base number as well as in forecasting the market size.

  • Developing Base Number:

Aggregation of sales statistics (2020-2022) and macro-economic factor, and other secondary and primary research insights are utilized to arrive at base number and related market shares for 2022. The data gaps are identified in this step and relevant market data is analyzed, collected from paid primary interviews or databases. On finalizing the base year market size, forecasts are developed on the basis of macro-economic, industry and market growth factors and company level analysis.

  1. Data Triangulation and Final Review:

The market findings and base year market size calculations are validated from supply as well as demand side. Demand side validations are based on macro-economic factor analysis and benchmarks for respective regions and countries. In case of supply side validations, revenues of major companies are estimated (in case not available) based on industry benchmark, approximate number of employees, product portfolio, and primary interviews revenues are gathered. Further revenue from target product/service segment is assessed to avoid overshooting of market statistics. In case of heavy deviations between supply and demand side values, all thes steps are repeated to achieve synchronization.

We follow an iterative model, wherein we share our research findings with Subject Matter Experts (SME’s) and Key Opinion Leaders (KOLs) until consensus view of the market is not formulated – this model negates any drastic deviation in the opinions of experts. Only validated and universally acceptable research findings are quoted in our reports.

We have important check points that we use to validate our research findings – which we call – data triangulation, where we validate the information, we generate from secondary sources with primary interviews and then we re-validate with our internal data bases and Subject matter experts. This comprehensive model enables us to deliver high quality, reliable data in shortest possible time.

Your data will never be shared with third parties, however, we may send you information from time to time about our products that may be of interest to you. By submitting your details, you agree to be contacted by us. You may contact us at any time to opt-out.

Related Reports